Crea sito

La forcella

La forcella è la parte della bicicletta collegata al manubrio che direziona la ruota anteriore. Esistono forcelle fisse e ammortizzate.
Nel primo caso, ci sono le forcelle composite (foto a sinistra) e unicrow che, dal punto di vista pratico, non riscontrano alcuna differenza.

Nelle mountain bike la forcella è ammortizzata (foto in basso) per attutire i colpi che può prendere la ruota anteriore su uno sterrato. E' formato dal cannotto, il tubo che ancora la forcella al telaio e al manubrio; la testa o piastra, (1) è la parte subito sotto il cannotto dove in genere si registra o si blocca l'ammortizzatore; gli steli, (2) sono i cilindri collegati alla testa che scorrono all'interno dei foderi; i foderi, (3) che oltre a far scorrere i steli presentano nella parte superiore un anello raschiapolvere o paraolio (4) e nella parte inferiore ospitano il mozzo della ruota; l'archetto, (5) ha il compito di mantenere la ruota in asse.

Quasi tutti i componenti della forcella sono in alluminio, acciaio o magnesio. All'interno dei foderi c'è l'apparato ammortizzante, che può essere una molla, aria, olio o altro come elementi elastici chiamati elastomi. Il tipo di forcella più comune è quella telescopica, esiste anche la forcella a parallelogramma che ha il funzionamento simile all'ammortizzatore posteriore. L'escursione è la misura dello stelo scoperto, tra la testa e il fodero; può variare a seconda delle discipline da 50 a 200mm. Per escursioni notevoli la forcella è dotata di doppia piastra per sopportare maggiormente le sollecitazioni del terreno. Per lo stesso motivo queste montano il sistema del mozzo a perno passante così la ruota non ha alcuna possibilità di sganciarsi accidentalmente. Le forcelle bloccabili hanno la possibilità di bloccare completamente il sistema di ammortizzazione anteriore e aver una maggior guidabilità della bici in salita.
Il rake di una forcella è l'avanzamento delle sue punte rispetto alla linea dello sterzo. Questa distanza si misura tra il prolungamento della linea centrale del piantone e il centro del forcellino, ovvero il centro del perno della ruota. L'avantreno o carro anteriore è la distanza tra l'asse del movimento centrale e l'asse del forcellino anteriore. Su questa misura influisce il rake della forcella, angolo di sterzo e il tubo orizzontale del telaio.
L'escursione della forcella va tenuta costantemente pulita e lubrificata, come il controllo dell'integrità di tutte le parti.

Regolazione

Per avere una buona regolazione delle sospensioni bisogna considerare quattro elementi fondamentali:

Le regolazioni di questi elementi avviene tramite particolari viti o manopole che possono essere ubicati sulla testa della forcella o sull'estremità più bassa dei foderi. Questo dipende dal modello e dalla casa costruttrice.
In tutti i casi le regolazioni devono essere fatte poco a poco per non compromettere la guidabilità della bici. Soprattutto per le bici dotate sia di ammortizzatore che di forcella è difficile trovare il giusto compromesso tra carro anteriore e carro posteriore, in linea di massima le regolazioni sono pressoché simili, ma la modifica di un componente influenza il lavoro dell'altro, è quindi consigliabile regolarli alternativamente.







Passione per la montagna



Banner468x60


Flybox 2017 © -- 24/09/2017 06:55:32

eXTReMe Tracker